Procedimenti di estrazione e di lavorazione

Come abbiamo già visto, molti materiali che si utilizzano nella fabbricazione dei vari prodotti hanno la loro origine in natura. I materiali originali, come i tronchi degli alberi, i minerali, le rocce e il petrolio, vengono chiamati materie prime. A partire dalle materie prime si ottengono i materiali semilavorati, con i quali vengono fabbricati gli oggetti. In questo processo intervengono un grande numero di industrie. Queste si possono classicare in:

INDUSTRIE ESTRATTIVE

Miniera di zolfo.

Si dedicano allo sfruttamento delle risorse naturali. I minerali e le rocce, come ad esempio il granito, la pietra calcarea e i minerali metallici, si estraggono dalle pietraie, dalle miniere o dai pozzi. Le materie di origine vegetale o animale (come il legno, il sughero, la seta e il cuoio) si raccolgono dopo averli piantati e coltivati (se di origine vegetale) o allevati (se provengono da animali).

INDUSTRIE DI TRASFORMAZIONE

Getto di cemento in un cantiere edile.

Nelle industrie di trasformazione le materie prime sono sottoposte a differenti tipi di processi, come ad esempio il trattamento dei minerali per separare i metalli in essi contenuti, la cardatura e la filatura del cotone, la miscela e cottura delle differenti rocce per ottenere il cemento, ecc.

I materiali che alla fine si utilizzano si presentano in differenti forme commerciali: tavole o listoni di legno; fili o tessuti di lana o cotone; lastre, barre o fili dei differenti metalli; granuli di plastiche da fondere; risme o rotoli di carta, ecc.